Premiato il libro C.I.M.

La giuria del Premio Elsa Morante Ragazzi ha scelto il libro di Simone CristicchiCentro di Igiene Mentale” tra i tre vincitori per l’anno 2007.

  • E vai!! Spero che arrivino per Simone tantissimi premi: è un libro emozionante scritto benissimo che fa battere il cuore..quante lacrimuccie mi sono scese!!

  • Simone emozioni con tutte le forme d’arte!!
    NON C’ERA DUBBIO KE SARESTI STATO PREMIATO!
    letteratura, teatro, canzone e….arte!! beh sei stato allievo di Jacovitti!!! anche se i tuoi disegni li tieni ancora per te, spero un giorno li condividerai con tutti noi slacciati!!!!!

  • Ora deve arrivare 1!! ;) Studenti votate!!

  • Grande !!! :) Già essere stato scelto come vincitore da una Giuria che vanta tali nomi e che definire illustre è sminuire, dovrebbe essere per Simo un enorme motivo di soddisfazione… e per noi, idem !! ;)

    Poi… chissà… se “Centro d’igiene mentale” dovesse risultare “supervincitore”, tanto di guadagnato, non solo per il fatto in sè, ma soprattutto perchè a scegliere saranno adolescenti e giovani delle scuole medie inferiori e superiori… toccare il cuore di una fascia d’età così delicata, e farlo con un tema duro e fin troppo sconosciuto per le nuove generazioni, sarebbe la vittoria più bella… :)

    Mi associo alla speranza di Paola, ovvero che questo sia solo il primo di una lunga serie… avanti così, Simo… ;)

    PS : la premiazione sarà a Napoli… ancora meglio !! :D

  • Bravo Simone ancora una volta hai fatto centro!!
    Dai sempre tante soddisfazioni…. :-) !!!
    Un bacio,Mara

  • Un altro premio…a Simo’ ebbaastaaa!! ahahaahah!! Scheeeeerzo ovviamente… sbanca tuttooooo!!!!

  • Io ho finito di leggere il libro l’altro giorno ma già l’ho ricominciato per “assaporarlo” meglio… Davvero emozionante, profondo, toccante… Posso solo ringraziare Simone per aver fatto conoscere un mondo a chi come me lo ignorava e per aver fatto sentire meno soli coloro che invece lo conoscevano fin troppo bene… ( Max, ” Uno solo” per me è una delle storie più belle…)
    Forza Simone, ora aggiungi un altro premio al lungo elenco!!!

  • Ho comprato il libro proprio oggi p.m. e la cassiera mi ha detto: “E’ stato bellissimo, l’ho comprato anche io… mi sono commossa, emozionata, ho scoperto tante cose che non sapevo… sono contenta ogni volta che vedo soprattutto ragazzi e ragazze che vengono a comprarlo. Non sai che piacere” Avra’ avuto la mia eta’ la tipa… sui 30, ma magari lei non ha mai sofferto di niente: eppure l’ho sentita almeno in quel momento cosi’ vicina. Un piccolo passo. E’ un piccolo passo ma è importante: dal tronde qualcuno diceva che IL GIRO DEL MONDO COMINCIA SEMPRE COL PRIMO PASSO… e se le distanze tra me e gli altri sono io ad accorciarle… senza autostigmatizzarmi sara’ migliore. Ho anche chiuso il mio blog: ora voglio misurarmi con me stessa, usare il web solo per cose non troppo coinvolgenti secondo la mia testa… Credevo che avrei parlato molto di piu’ della malattia e invece FORSE IL FATTO CHE LO CHIUDO LASCIANDOLO ON LINE AL PUBBLICO STA A VOLER RICORDARE AGLI AMICI CHE CI SONO, LE PAROLE RESTANO, MA IO SONO FUORI… A VIVERE DI NUOVO.
    Non vedo l’ora di leggerlo…anzi, mi faccio qualche paginetta da ora, notte a tutti. Notte Simone.
    Laura

  • Volevo segnalare la mia recensione sul libro, pubblicata sul mio blog.
    Non è “professionale”, ma spero sia accettabile l’impegno :)

  • Sono una tirocinante psicologa di un Cim in Calabria…oggi ho finito di leggere il tuo libro…uauh!SEi un grande…Bravo!

  • Oggi mentre ero a lavoro e leggevo il libro di Simo (da notare quanto stessi lavorando..)…un collega mi ha chiesto cosa stessi leggendo…allora io gli ho fatto vedere il libro..lui legge il titolo e fa “Ma te studi psicologia?”, e io “no..ingegneria”..e allora lui “Ma allora mi dici che te frega dei Matti?”…..come se dei Matti dovessero “fregarsene” solo le persone che entrano a contatto con loro per lavoro..per curarli..per analizzarne il comportamento…come se non fossero comunque delle persone cui è normale dedicare la nostra attenzione e il nostro impegno…come se fosse una cosa assurda leggere un libro sui Matti e interessarsi della loro vita…come se il mondo dei Matti fosse un mondo separato dal nostro cui può accedere solo l’esperto psicologo…
    Questa cosa mi ha rattristato tantissimo…soprattutto perchè è stato un ragazzo della mia età a fare questo commento…e non posso pensare che esista ancora tanta indifferenza….

  • il libro è meraviglioso, mi servirà indubbiamente per la mia tesi di laurea… simò, ancora una volta non hai toppato, sei incredibile! una prestazione favolosa a s.remo, un disco che ascolterei anche di notte e un libro che mette a nudo tutto ciò che finora era rimasto nascosto e dimenticato…

  • ciao simo…il tuo libro è stupendo; non ho mai letto nella mia vita un libro così volentieri e l’ho comprato senza neanche pensarci due volte, l’ho visto e me ne sono innamorata; la foto in copertina è molto suggestiva e la frase…
    Ti giuro che non mi aspettavo di piangere leggendolo perchè non ho il pianto facile, contengo molto le mie emozioni moderandole ed è per questo che nessuno, neanche le due mie migliori amiche che conosco da dodici anni, mi conosce veramente in profondità… certo, penso che nessuno possa conoscere un altro essere fino in fondo, neanche tra marito e moglie questo succede.
    Il tuo libro contiene racconti che mi hanno fatto riflettere molto; penso che in ogni essere umano ci sia un pizzico di pazzia, poi ci sono coloro che ne dimostrano una quantità eccessiva ed altri invece che sanno farla uscire nei momenti più opportuni, al contrario dei ” MATTI ” che non riescono a controllarla; per me i ” MATTI ” sono delle persone speciali… sarebbe molto bello se tutti fossimo come loro; ci sarebbe un mondo senza pregiudizi, ipocrisie e tradimenti poichè i matti dicono sempre la verità e sanno mettere a nudo il proprio essere a differenza delle persone considerate ” NORMALI ” che riescono a camuffarsi… Comunque Simo penso che, da giovane quattordicenne quale sono, tu abbia svolto veramente un ottimo lavoro e fatto emergere un aspetto della società di cui nessuno si è più interessato e questo ti fa molto onore… sei un talento unico… Baci lorena

  • Sono Elena, 29 anni da Catania. Ho letto il libro un mese fa.. una realtà nuova, emozionante, affascinante e allo stesso tempo sconvolgente. Mi sono commossa come una bambina alla fine… Bellissimo!

  • Ciao Simone.Sono giorgia e abito a Genzano.Ho letto il tuo libro e ti faccio i complimenti per l’argomento che hai trattato.Quest’anno ho l’esame di maturità e grazie a te sto preparando la tesina sulla pazzia.Ho comprato anche i libri che tu stesso hai letto e mi hanno toccato molto per la descrizione dei personaggi e di ciò che è stato fatto loro!! Grazie…

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.